• Prima gara di WTS per gli azzurri del triathlon: ad Abu Dhabi, Alessandro Fabian chiude 18° con Matthias Steinwandter 39°, Annamaria Mazzetti 31^ con Ilaria Zane 33^. La vittoria va ad Henri Schoeman e Rachel Klamer

  • Alessandro Fabian firma con grinta il podio di Coppa del Mondo in Repubblica Ceca: è secondo a Karlovy Vary
    2017 Karlovy Vary ITU Triathlon World Cup: otto gli azzurri in gara nella tappa di World Cup di Triathlon su distanza olimpica per un test della sessione estiva di training in altura. Assieme ad Alessandro Fabian, rientrato a livello individuale nelle gare di circuito ITU - dopo la partecipazione in questa stagione nella rassegna iridata della Mixed Relay ad Amburgo - anche Massimo De Ponti con Matthias Steinwandter, Gregory Barnaby con Luca Facchinetti e Delian Stateff, recente medaglia di bronzo europea Mixed RelayU23; alla prova femminile hanno partecipato Giorgia Priarone, che ritorna in una gara di Coppa Mondo dopo l’ultimo 4° piazzamento a Tiszaujvaros, ed Alessia Orla.
    Dopo l'Argento ad Alanya del 2014, Alessandro Fabian torna sul podio in Coppa del Mondo e lo fa a Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, sulla distanza olimpica, alle spalle del solo norvegese Gustav Iden e subito davanti al neozelandese Tayler Reid. Dopo la chiusura del quadriennio olimpico, il successivo periodo di allenamenti è stato intenso e a Karlovy Fabian dà grandi dimostrazioni di forma con un nuoto controllato, ma veloce: la prova parte subito a ritmi serratissimi sotto l'impulso dello slovacco Richard Varga, ma Fabian si mantiente nelle posizione di testa. Folli i ritmi della frazione in sella, mentre la situazione si delinea con un gruppetto di cinque fuggitivi: Fabian, il tedesco Schomburg, lo slovacco Varga, il giapponese Furuya e il neozelandese Reid, che guadagnano preziosi secondi sugli inseguitori per tutti i 40 chilometri. Abbastanza provato all'arrivo in T2, ma ancora leggero sulle gambe, Alessandro ci crede ancora: sceglie le parti più dure e selettive del tracciato per sferrare il colpo decisivo, mentre dietro gli avversari cedono uno ad uno, tutti tranne il norvegese Gustav Iden, capace di rimontare dal secondo gruppo sino alla testa della corsa e al suo primo oro in World Cup (01:49:06). Alessandro Fabian, dopo oltre metà stagione lontano dai campi gara di World Series e World Cup, difende con tenacia il piazzamento e strappa l'Argento in 01:49:39; Bronzo per il neozelandese Tayler Reid (01:50:22). Ottimo risultato anche per Massimo De Ponti, nelle posizioni buone della gara per le prime due frazioni e poi risalito sino alla nona (01:51:00) grazie a una strepitosa frazione podistica (00:32:29, quarto tempo assoluto); peccato una penalità da 10''. Matthias Steinwandter, malgrado una frazione di nuoto penalizzante, risale fino alla 15^ posizione (01:51:36). Gregory Barnaby chiude al 19° posto (01:51:57), bene in sella ma senza riuscire ad agganciarsi al treno dei norvegesi per una svolta della propria prestazione. Luca Facchinetti, ancora alle prese con un fastidio al piede che ha disturbato la sua corsa, è 26° (01:52:52). Ritirato Delian Stateff per un problema respiratorio al diaframma, ma è pronto per rimettersi in pista alla volta della Grand Final di Rotterdam.

    170903 karlovy vary web msj 077

    In campo femminile, trionfo dell'australiana Gillian Backhouse (02:03:29), che precede la padrona di casa, la ceca Vendula Frintova (02:04:31), e la statunitense Summer Cook (02:04:56), recente vincitrice della World Cup in Yucatan. Alessia Orla, autrice di due solide frazioni a nuoto (quinta fuori dall'acqua) e sulle due ruote, ha pagato nella corsa, chiudendo in 14^ posizione (02:07:05). 15^ (02:07:39) invece Giorgia Priarone: uscita attardata dal nuoto, non è riuscita a compiere la consueta rimonta nel finale rimanendo tagliata fuori dalla gara.

    170903 karlovy vary web msj 042

    RISULTATI

    Photo Credit: ITU Media - Janos Schmidt

  • Cartoline e medaglie dall'Estonia: Oro per Angelica Olmo e Bronzo per Matthias Steinwandter nell'ETU Cup Triathlon Sprint di Tartu
    Oro per Angelica Olmo e Bronzo per Matthias Steinwandter, che ritrova il podio in Coppa Europa a Tartu dopo la vittoria del 2016. Top ten per Lisa Schanung, 6^ in 01:03:55, e Federica Parodi, 9^ in 01:04:33, e per Luca Facchinetti e Delian Stateff al suo rientro alle gare internazionali, rispettivamente 7° in 00:55:47 e 9° in 00:55:57. Eccellente performance per la Olmo, baciata dal sole estone di Taru: dopo un buon nuoto, cerca subito le prime posizioni collaborando poi con le altre in bici. In 5 davanti dopo la T2 e con circa 1 minuto su tutte le altre, il podio si è deciso a 400 metri dall'arrivo con una volata di Angelica Olmo (01:01:48), che ha retto al tentativo di recupero della statunitense Chelsea Sodaro (01:01:54), superata poi dall'inglese Chloe Cook (01:01:53), quest'ultima giunta seconda alle spalle della nostra Azzurra al secondo Oro in ETU Cup dopo quello olandese di Weert. Chiude 22^ Francesca Ferlazzo (01:07:44).

    Olmoest

    Molto combattuta e tirata fino alla fine la gara maschile. Un grosso gruppo è sceso dalla frazione di bici e uscito dalla T2, tre italiani tra i primi dieci - Matthias Steinwandter, Facchinetti e Stateff: negli ultimi due chilometri di corsa, l'altoatesino ha attaccato ed è riuscito a conquistare la terza posizione in 00:55:35 alle spalle del vincitore, il tedesco Valentin Wernz (00:55:32), e del secondo al traguardo, il britannico Calum Johnson (00:55:34).  20° Alessio Fioravanti (00:56:56), 28° Giulio Soldati (00:57:22), 32° Nicola Azzano (00:58:03), 50° Michele Bonacina (01:02:33).

    Stein

    RISULTATI

  • 2017 Rabat ATU Sprint Triathlon African Cup: la spedizione Azzurra a Rabat, in Marocco, si chiude con il bronzo di Verena Steinhauser. Di seguito tutti i piazzamenti degli italiani in gara.
    Nella gara di Coppa d'Africa su distanza sprint vinta dalla spagnola Sara Perez in 01:03:31, seguita dall'olandese Maya Kingma, argento in 01:03:55, la nostra Verena Steinhauser chiude il podio conquistando il terzo gradino con un tempo di 01:05:29. A seguire Giulia Sforza, quarta in 01:06:19, mentre Elisa Marcon è 10^ in 01:07:23. Oro maschile per l'azero Rostislav Pevtsov (00:57:28), secondo posto al fotofinish per il francese Maxime Hueber-Moosbrugger (00:57:29), in doppietta con il connazionale Felix Duchampt, bronzo in 00:57:30. Matthias Steinwandter è 5° in 00:57:43, seguito a stretto giro da Gianluca Pozzatti (00:57:46). Andrea Secchiero è 7° con un tempo di 00:57:56. Top ten per Dario Chitti, 10° in 00:58:05. Chiude la spedizione Valerio Patanè, 16° (00:58:30). 

    RISULTATI

  • 2017 Sharm El Sheikh ATU Sprint Triathlon African Cup e Pan Arab Championships, il Mar Rosso si tinge d'azzurro con Priarone, Olmo, Steinwandter & Co.
    Successo azzurro sul Mar Rosso con una doppietta argento e bronzo femminile e un terzo posto maschile alla gara internazionale ITU di Coppa d'Africa e Campionati Arabi su distanza sprint a Sharm El Sheikh (Egitto). Giorgia Priarone è seconda (01:08:36) dietro alla russa Elena Danilova, oro in 01:08:21. Chiude il podio elite Angelica Olmo con un tempo di 01:09:11. Giulia Sforza è 6^ assoluta (01:11:20). Matthias Steinwandter vince il bronzo in 01:01:37 nella prova dominata dal russo Vladimir Turbayevskiy (01:01:26), con l'ungherese Laszlo Tarnai (01:01:30) a precederlo. Top ten per gli altri azzurri presenti: 6° posto per Riccardo Mosso (01:02:13) e 7° per Massimo De Ponti (01:02:19). Nicola Azzano e Marco Corrà si sono classificati rispettivamente 12esimo (01:02:50) e 16esimo (01:03:25).

    RISULTATI

  • Il triathlon italiano del 2018 forse sarà rosa. Il merito, tanto per essere ton sur ton, sarà delle nostre donne con Alice Betto in primis che, elegante e felice, ha ricevuto il premio Gianni Brera

  • I campioni italiani di Lignano e Lerici hanno facce diverse ma il comune denominatore è la giovane età degli atleti nelle TopTen e la mancata presenza al via di alcuni dei nostri migliori azzurri... Senza nulla togliere a chi con merito ha conquistato la maglia tricolore