fbpx
  • Regole per guarire bene e tornare attivi come e più di prima per affrontare al meglio il triathlondopo un infortunio. In che modo? Tutto da leggere l’interessante articolo del dottor Luca De Ponti e l’accento che pone sull’importanza di comprendere le cause dell’infortunio e sapere come muoversi.

    Scopri di più sul numero di maggio: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo e digitale.

  • Non solo allenamento, però. Anche divertimento, alle rubriche “Quando il triathlon è Iron...ia”, con Cleto La Triplice e la sua dissacrante satira sul mondo multidisciplinare, o gli scatti buffi in “Facce da triathlon” con le curiosità in “Breaking News” e “Lo sapevi che...”, o i flash sul triathlon in “Zona Cambio”

  • È questo il mese dove in centro rivista troverete la Finish Line, cioè l’elenco di tutti i finisher di 70.3 dell’anno appena trascorso: 4.804 atleti tra uomini e donne. Numeri in aumento (+ 8 per cento rispetto alla stagione precedente), cifre che svelano la crescita del movimento triathlon

  • Luca De Ponti consiglia di non fare mai autodiagnosi, di non correre sopra al dolore, di non seguire cure di moda, o consigli dell’amico

  • Dal 23 dicembre in edicola il numero 241 della nostra rivista, è in uscita Triathlete di Gennaio-Febbraio 2018!

  • Luca De Ponti elenca le dieci cause più frequenti di infortunio muscolare e per ognuna di queste spiega perché succede e, soprattutto, cosa fare per evitarle; dunque, cosa per prevenirli e cosa per cercare di guarire

  • È questo il titolo dell’articolo di Luca De Ponti, che in questo numero tratta di come sfruttare al massimo le potenzialità del running anche nel caso di un approccio tardivo; necessità, dunque, di dosare le sedute per un adattamento più lungo e difficile. Nel suo articolo, ecco le basi indispensabili per non sbagliare.

    Scopri di più sul numero di luglio: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo e digitale.

  • Qual è la migliore andatura per il running? Quale fa bene e quale fa male? A Luca De Ponti le risposte

  • Oltre al corposo e interessante blocco allenamento, tanti i suggerimenti del nostro medico Luca De Ponti che tratta l’argomento running e crescita, con un focus sulla maggiore capacità formativa della multidisciplinarietà

  • Spesso si riscontrano problematiche che interessano un solo lato del corpo; a chi non è mai capitato di vedere, gareggiando, atleti pendere da una parte?

  • Luca De Ponti, nel suo articolo, affronta il tema delle infiammazioni, disturbi frequenti per un triatleta che mette a dura prova la sua struttura fisica

  • Running e crescita, questo il titolo dell’articolo del dottor Luca De Ponti, che tratta della corsa definendola un gesto naturale dell’uomo e propedeutica a uno sviluppo armonico del corpo, di muscoli e ossa

  • Luca De Ponti e l’importanza del tendine rotuleo che, insieme al quadricipite, è fondamentale nel gesto armonico della corsa

  • Luca De Ponti questo mese affronta l’argomento di “corsa (con)tro il tempo”, dunque, salute e invecchiamento

  • Sempre interessante questo campo che, purtroppo, spesso riguarda i triatleti a causa del loro intenso allenamento. Specie in età “over anta

  • Sì, perché le gare e gli allenamenti sull'asfalto sono più traumatici dell’off road. Con Luca De Ponti vediamo i motivi e le conseguenze sull’efficienza fisica, quali i segnali che il corpo ci manda, quanto recupero prospettare, che calzature usare e gli infortuni nei quali si può incappare. Consigli per la superficie ideale.

    Scopri di più sul numero di settembre-ottobre: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo e digitale.

  • Anche in questo numero, spazio lo trovano le squadre sportive alla rubrica Vita di Società; seguono, come sempre, news di curiosità relative al mondo triathlon alle pagine dedicate alla Zona Cambio

  • Calda estate, si calma la stagione agonistica del triathlon che però darà i suoi colpi di coda in settembre. Nel frattempo, non solo relax sotto l’ombrellone ma anche allenamento per mantenere e migliorare la forma. Ecco che i consigli dei nostri allenatori sono preziosi: Simone Diamantini ci parla di High Intensity Interval Training, una metodica di allenamento innovativa spiegandoci di cosa si tratta e di quali vantaggi apporti. Proseguiamo con Giorgio Rondelli e il suo articolo sul potenziamento muscolare, Luca Gozzi e il nuoto con la muta, Andrea Gabba e il richiamo di forza in bici, per concludere con Nadia Cortassa e i suoi dieci consigli per i giovani, durante questa calda estate. Vi segnaliamo la parte medica con Luca De Ponti e il suo articolo su tutti gli errori del principiante, e la parte di fisioterapia che tratta la frattura del piede. In copertina, Alice Betto, vero talento del triathlon; a pag. 40 da non perdersi la sua intervista coi suoi due terzi posti: in World Triathlon Series di Leeds e, pochi giorni dopo, al Campionato europeo di Kitzbuhel. Emozioni a mille. Buona lettura!

    Scopri di più sul numero di agosto: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo e digitale.

  • In copertina, Vincent Luis. Il giovane francese, classe 1989, arrivato 7° ai Giochi Olimpici di Rio, punta al grande salto: Tokyo 2020. Il suo biglietto da visita? Una progressiva crescita e il 1° posto alla Itu World Triathlon Grand Final di Rotterdam

  • Il primo numero dell’anno ha come prezioso contenuto la Finish Line (alias, la Maxiclassifica) dell’Ironman 70.3, una distanza molto amata dagli italiani, quindi, se sei un finisher, cerca il tuo nome nell’elenco che troverai nelle pagine centrali della rivista