• Dopo l'inserimento della staffetta mista nel programma olimpico del 2020, l'ITU lancia la nuova Mixed Relay Series con due eventi nel 2018, che andranno ad aggiungersi a quelli già validi per la qualificazione ai Giochi giapponesi

  • Incetta di medaglie in Canada, ai Mondiali Triathlon Cross di Penticton: Marcello Ugazio Argento U23 con Filippo Pradellae Marta Menditto Bronzo Junior 
    2017 Penticton ITU Cross Triathlon World Championships: tris di medaglie per gli Azzurri del Cross con Marcello Ugazio, già Campione Europeo Elite e Under23 della specialità, in Canada anche Argento Mondiale Under23 dietro solo al neozelandese Kyle Smith e davanti al francese Arthur Forrisier (02:16:09). Migliore azzurro in gara, Ugazio chiude 7° nella classifica assoluta maschile (02:13:53). Tra gli Elite domina il messicano Francisco Serrano(02:09:25), che con un buon nuoto e una buona frazione in sella esce secondo da T2 a circa 30'' dall'uomo in testa, lo specialista spagnolo Ruben Ruzafa, poi Argento (02:09:36). In corsa è Serrano a imporre il proprio ritmo, guadagnandosi quel minimo gap (11 secondi) utile a vincere il titolo. Bronzo assoluto (02:10:16) per l'Under23 Kyle Smith, anche Oro nella sua categoria con un'ottima dimostrazione di forza e tecnica fin dalla prima frazione. 11° posto assoluto per Filippo Rinaldi (02:16:29) e 8° nella top ten Elite, mentre 16° posto assoluto per Mattia De Paoli, che chiude 13° tra gli Elite (02:19:58). Rispettivamente Campionessa e Vice U23 l'australiana Penny Slater (02:40:01) e la spagnola Laura Gomez Ramon (02:44:30). Bene Eleonora Peroncini: al suo esordio mondiale è 4^ assoluta (02:39:24) tagliando il traguardo a 16'' dal podio grazie a una buona prestazione ciclistica, soprattutto in salita, e a un'ineccepibile frazione run con il miglior tempo registrato (00:36:02). Vince il titolo femminile mondiale la canadese Melanie Macquaide con una gara sempre in testa e tutta da protagonista (02:34:35), una frazione bike in solitaria per i 31 chilometri del tracciato e una corsa con cui consolida il proprio gap. Vice Campionessa Mondiale Cross è la britannica Jacqueline Slack (02:36:40), mentre il Bronzo va alla svizzera Ladina Buss (02:39:08). Bei risultati anche dagli Azzurrini, che confermano la condizione di forma dopo i successi nella rassegna di Cross Europeo e in Canada sono entrambi di Bronzo. Campione Europeo Junior, a Penticton Filippo Pradella è subito davanti, uscendo secondo dal nuoto e rimanendo nel gruppo di testa fino al traguardo (01:00:41). Oro Junior all'australiano Alec Davison(00:58:40), seguito a 1 minuto dal canadese Tate Haugane (00:59:36). Recente Argento Europeo Junior, con una volata di grinta Marta Menditto strappa anche il Bronzo Mondiale (01:11:31) nella gara vinta dalla giovane canadese Holly Henry(01:07:09), seguita dalla sudafricana Bridget Theunissen (01:10:46).

    penticton foto gruppo 2017 2

    RISULTATI

    Photo Credit: Alessandro Alessandri e ITU Media (Delly Carr)

  • Renato Bertrandi riconfermato Presidentedel Triathlon Europeo al 32° Congresso ETUtenutosi il 18 febbraio a Roma, nel Salone d'Onore del CONI.
    Alla presenza del "padrone di casa", il Presidente CONI Giovanni Malagò, del Presidente FITRI Luigi Bianchi, del Presidente ITU nonché Membro CIO (Comitato Olimpico Internazionale) Marisol Casado, del suo Vicepresidente Ria Damgren, del Senior Manager ITU allo Sviluppo Zita Csovelyak, del Direttore Sportivo Gergely Markus e del Segretario Generale Antonio Arimany, Renato Bertrandi è stato riconfermato alla guida del Triathlon Europeo dopo la sua ultima elezione, nel 2013. Un doveroso omaggio, in ricordo del passato, allo scomparso Emilio Di Toro, primo presidente italiano ETU, per poi procedere con lo sguardo verso il futuro: tra le nuove iniziative ITU, Marisol Casado ha ricordato la promozione per l'inserimento nei programmi dei Giochi Olimpici della prova a squadre di staffetta mista. Renato Bertrandi, fino al 2021 nuovamente a capo dell'Unione Europea Triathlon con il francese Denis Jaeger e l'irlandese Chris Kitchen come vicepresidenti, per il prossimo quadriennio non sarà l'unico italiano del direttivo ETU: rieletto anche il Segretario Generale FITRI Aldo Lucarini, nuovamente scelto come Presidente della Commissione Sviluppo. Del Comitato Esecutivo faranno parte il lussemburghese Eugene Kraus, la bielorussa Mariya Cherkovskaya-Tarasevich, l'austriaco Herwig Grabner, la russa Galina Shipovalova e l'olandese Martin Breedjik.

    Photo Credit 

  • L'anticipazione è di Sergio Migliorini, riconfermato per la sua posizione nell'ITU MEDICAL AND ANTIDOPING COMMITTEE - di cui è il chair dal 2009; dal 1992 presente nel comitato medico - nel recente Congresso dello scorso weekend a Madrid: l'ITU ha introdotto le PPE Rules (pre participation examination) che consistono nell’obbligo per gli Junior del Triathlon che gareggiano nelle gare ITU di effettuare dal prossimo 2017 la visita medica, compilare un questionario anamnestico annualmente e sottoporsi a un ECG basale ogni due anni. Dal 2018 sarà obbligatorio anche per gli U23, gli Elite e i paratriatleti. "Per noi italiani", sottolinea Migliorini, "non è una novità, ma lo è per i paesi anglosassoni, dove la prevenzione cardiologica non è sempre all’ordine del giorno." Il nuovo protocollo trae ispirazione da un lavoro lungo e costante da parte dell'ITU, determinata più che mai nei due ultimi quadrienni a promuovere attraverso molte novità un miglioramento di tutte le regole dell'ITU Competition Rules, tutelando nel contempo la salute degli atleti.

    Photo Credit

     

  • Si alza il sipario sulla tre giorni del Congresso ITU 2016 che, come ogni quattro anni, si svolge dopo i Giochi Estivi: a Madrid dal 9 all’11 dicembre, con due candidati per l’Italia,la rielezionedell'attuale Presidente, Marisol Casado, e un'agenda fitta di proficui confronti per programmare le iniziative del prossimo quadriennio olimpico.
    Quest'anno è Madrid a ospitare il Congresso della Federazione Mondiale di Triathlon – ITU – per il rinnovo delle cariche per il nuovo quadriennio: Presidente, Vicepresidente, Consiglio, Comitato Esecutivo e Commissioni ITU, con l'eccezione del Comitato degli Atleti, recentemente votato. Unico candidato, che verrà rieletto all'unanimità per un altro mandato, è la spagnola Marisol Casado, attuale Presidente Internazionale e membro CIO. Nell'ambito dei rinnovi delle cariche, l’Italia porta avanti due candidature: quella del Dott. Sergio Migliorini per la Commissione Medica-Antidoping - di cui è membro dal 1992, presidente dal 2009 e delegato ITU alle Olimpiadi di Londra e Rio - e quella del P.M. Neil MacLeod per la Commissione Paratriathlon. Assieme a loro, presenti nella Delegazione Italiana il Presidente FITRI Luigi Bianchi e il Segretario Generale FITRI Aldo Lucarini in qualità di membro della Commissione Sviluppo (ETU Development).
    Previste, oltre alla elezioni, anche riunioni per i gruppo di lavoro, le associazioni e le commissioni.
    Questi tutti i candidati per le varie cariche elettive all'interno dell'ITU: più di 90 persone provenienti da 32 Federazioni Nazionali per 61 posti, e i cui curricula sono pubblicati sul sito ITU da 45 giorni, come da regolamento.

    Photo Credit: Wagner Araujo / ITU

  • 2017 Dakhla ATU Sprint Triathlon African Cup, Andrea Secchiero "finalmente off season", ma prima un ultimo risultato importante

  • Mondiali Duathlon Penticton, la vittoria va a Felicity Sheedy-Ryan e Benoit Nicolas, Marcello Ugazio è 4° Under23; sfortunata Sara Dossena, che si ritira per foratura
    Inaugurata la rassegna iridata del Festival Multisport in Canada con i 2017 Penticton ITU Duathlon Championship Eliteoltre ad U23, Juniored Age Group: i Campioni 2017 sono l'australiana Felicity Sheedy-Ryan, che torna a vincere dopo il suo primo titolo del 2012, e il francesce Benoit Nicolas, nuovamente oro dopo il successo del 2014. Sulla distanza classica della duplice corsa-bici-corsa è inizialmente furore con Sara Dossena, che si mette subito in evidenza imponendo il propro ritmo assieme alla campionessa uscente Emma Pallant, a Sheedy-Ryan e alla svizzera Sandrina Illes, e che ferma il primo crono sui 10 chilometri di corsa a 33.30. Peccato per una sfortunata foratura alla ruota anteriore che costringerà l'azzurra, fino a quel momento protagonista, all'amaro ritiro al 20° chilometro, ma la leonessa promette scintille nel suo prossimo importante appuntamento con i 42 chilometri.

    del 0837

    In T1 il quartetto di testa aveva già perso la Illes, mentre la Sheedy-Ryan era scappata via aumentando via via il gap con le inseguitrici: l'uscita della Dossena è stata provvidenziale per la Pallant, subito però agganciata dalla Garcia. L'entrata in T2 già decreta vincitrice l'australiana, che però, pur con un margine ormai praticamente inattaccabile, non perde mai di vista l'obiettivo. Seconda al traguardo, dopo l'aussie Felicity Sheedy-Ryan (02:03:57), la spagnola Margarita Garcia Cañellas (02:05:14), seguita dalla britannica Emma Pallant (02:06:12).

    2017 penticton multisportwc wag6373

    Vittoria al maschile annunciata per un campione dell'edizione 2014, il francese Benoit Nicolas, seguito dallo spagnolo Emilio Martin e dal britannico Mark Buckingham. Dopo i primi due giri a piedi il gruppo è ancora di 18 elementi per poi sfinarsi a 13, mentre Buckingham cerca di staccare gli altri assieme al connazionale Richard Allen. Sfrutterà le rampe del percorso in bici per un nuovo tentativo di fuga, ma perderà le energie e sarà recuperato da un gruppo di dieci tra cui Benoit, Martin, Adrien Brifford, Jan Petralia, Stefan Daniel e Allen. Niente da fare per un tentativo di Petralia, che viene subito risucchiato dal gruppo. In T2 entrano per primi Martin e Benoit, ma hanno 15" di penalità da scontare: la vittoria è ormai di Benoit Nicolas (01:54:05), seguito da Emilio Martin (01:54:57) e da Mark Buckingham (01:55:14), nuovamente bronzo dopo i Mondiali 2015.

    del 1939

    Sempre in campo maschile, bene l'azzurro Marcello Ugazio, 4° U23 ai piedi del podio e 12esimo assoluto (01:57:35). Ugazio, recente Campione Europeo di Triathlon Cross Elite e U23, rilancia la sfida con le gare nella sua specialità, previste per il prossimo weekend. Vittoria U23 per la francese Lucie Picard (02:08:10) e il britannico Richard Allen (01:56:08). Solo tre le donne in gara, dopo il ritiro di altrettante U23. L'argento va così alla britannica Georgina Schwiening (02:15:22) e il bronzo alla giapponese Sayu Arizono (02:21:57). Argento maschile per lo spagnolo Javier Martin Morales (01:56:47) e bronzo per lo svizzero Adrien Brifford (01:56:59).

    del 1653

    Vittoria Juniores per il britannico Cameron Richardson (00:58:47) e la svizzera Delia Sclabas (01:05:14), al suo secondo titolo mondiale consecutivo. Argento e bronzo maschile per il messicano Jorge Andre Cabrera Silva (00:59:08) e l'olandese Thomas Cremers (00:59:13). Chiudono il podio femminile la canadese Desirae Ridenour (01:06:58) e la messicana Itzel Arroyo Aquino (01:08:05).

    Photo Credit: International Triathlon Union - Wagner Araujo e Delly Carr

    RISULTATI

  • 2018 Cheile Gradistei ITU Winter Triathlon World Championship in Romania: quarto Daniel Antonioli e quinto Giuseppe Lamastra, Davide Ingrillì secondo tra gli Junior, a un passo dal titolo iridato. Bene anche gli age group iscritti ai Mondiali Winter Triathlon: Gianni Sartori è di bronzo e Valter De Rossi chiude al quinto posto