• Eccoci ad aprile, primavera piena e, dunque, tempo di gare. Ora tutte quelle ore grigie invernali passate ad allenarci sia all’aperto, quando possibile, sia indoor, quando il clima non ci era favorevole, devono produrre buoni risultati per le nostre prestazioni

  • Siete pronti per il momento più delicato della stagione? Quello delle rifiniture pre-gara per arrivare sul traguardo con le gambe leggere, reattive e performanti

  • Prepariamoci alla race season che verrà, non trascurando dettagli che sembrano poco importanti ma che, invece, possono fare la differenza. Come, ad esempio, il giusto colpo di pedale o la posizione perfetta del corpo in acqua

  • È questo l’anno dei Giochi olimpici, quindi ancor di più c’è l’entusiasmo di preparare una grande stagione agonistica

  • La prima intervista che si incontra, in ordine di pagine, è quella al tecnico Giacomo Giovenali, il quale ci racconta che per essere un coach professionale sono necessari “impegno, studio e dedizione”

  • Il primo numero dell’anno ha come prezioso contenuto la Finish Line (alias, la Maxiclassifica) dell’Ironman 70.3, una distanza molto amata dagli italiani, quindi, se sei un finisher, cerca il tuo nome nell’elenco che troverai nelle pagine centrali della rivista

  • Il mese estivo nel quale ci troviamo permette un’ottima programmazione di allenamento e gare: giornate più lunghe, a volte con più tempo libero se si è già in vacanza

  • Eccoci qui con il primo numero del nuovo anno con la superclassifica, la ormai nota Finish Line con tutti i nomi degli italiani che hanno traguardato la linea dell’arrivo di una gara 70.3 logata Ironman (da pag. 48)

  • Competition time: questo il titolo del blocco allenamento del mese di giugno in quanto siamo proprio nel pieno della stagione agonistica

  • Recupero e programmazione sono i focus della sezione dedicata al training, con l’avvertimento di non cadere nel super allenamento, complici le vacanze, più tempo libero, giornate lunghe

  • Avete concluso un Ironman logato con la M dal pallino rosso nell’arco dell’anno solare che va dalla prima gara dopo Kona 2018 fino a Kona 2019? O una Long Distance che, anche se non logata, si è svolta in Italia?

  • Una lunga stagione ci ha portato per tutta la Penisola, da nord a sud, con gare internazionali, nuove organizzazioni e manifestazioni storiche, a raggiungere numeri come i 7.000 atleti che si sono riversati a Cervia nel lungo fine settimana logato M rossa (pag. 80)

  • Siamo sul finale di stagione: ormai andiamo a controllare dettagli, che sembrano poco importanti ma che fanno la differenza

  • Programmiamo bene la preparazione invernale, esaminando la passata stagione nelle sue criticità così da allenare di più alcune discipline a discapito di altre