• La prima tappa di ETU Cup 2018, quella di Las Palmas di Gran Canaria (Spagna), apre la Coppa Europa con il sesto posto di Giorgia Priarone. Doppietta britannica sui gradini più alti dei podi per Barclay Izzard e Georgia Taylor-Brown

  • Etu Triathlon European Cup Melilla: Verena Steinhauser seconda, Beatrice Mallozzi d'oro tra le Junior. Tutti i piazzamenti degli Azzurri

  • Etu Triathlon European Cup Quarteira tra Elite - Papais, Zane, Iogna Prat, De Ponti, De Palma e Fioravanti - e Junior con Missaglia, Bonacina, Polikarpenko e Strada.
    Il Portogallo ospita la doppia prova di Coppa Europa, prima Elite e poi Junior. Ieri con i "più grandi" l'Italia porta a casa il 6° posto di Sara Papais (02:02:11), alla prima uscita di Coppa, nonché il 10° posto di Ilaria Zane (02:03:39), davanti alla famosa portoghese Vanessa Fernandes, 13^ in 02:05:31 al suo rientro sulla scena internazionale dopo tanto tempo; a seguire il piazzamento di Luisa Iogna-Prat, 22^ in 02:08:16 nella gara vinta dalla britannica Sophie Coldwell (02:00:07). Chiudono il podio Georgia Taylor-Brown (02:00:46), per una doppietta all'inglese, e la russa Anastasia Abrasimova (02:01:24). Vittoria maschile per il portoghese Joao Pereira (01:48:44), argento per lo spagnolo Uxio Abuin Ares (01:48:50), bronzo per il francese Dorian Coninx (01:48:51). Massimo De Ponti è 18° in 01:52:05, Riccardo De Palma 37° in 01:53:50 e Alessio Fioravanti 40° in 01:54:14. 

    Oggi era la volta degli Junior, all'esordio nel circuito di Coppa Europa: nella gara femminile vinta dalla francese Jessica Fullagar (01:03:28), poi seguita dalla spagnola Lucía Salafranca Le Toulouzan (01:03:36) e dalla compatriota Lea Coninx (01:03:52), è Carlotta Missaglia a strappare il risultato migliore, un 18° posto in 01:05:49. A seguire nella classifica delle azzurrine Carlotta Bonacina, 28^ in 01:27:23. Sul podio maschile salgono lo spagnolo Alberto Gonzalez Garcia (00:55:48) e i due portoghesi Duarte Brás (00:56:00) e Vasco Vilaca (00:56:07). Sergiy Polikarpenko conclude 28° in 00:58:12 mentre Nicolò Strada 44° in 00:59:16.

    RISULTATI ELITE

    RISULTATI JUNIOR

    Photo Credit: Fitri - Massimiliano Di Luca

  • Cartoline e medaglie dall'Estonia: Oro per Angelica Olmo e Bronzo per Matthias Steinwandter nell'ETU Cup Triathlon Sprint di Tartu
    Oro per Angelica Olmo e Bronzo per Matthias Steinwandter, che ritrova il podio in Coppa Europa a Tartu dopo la vittoria del 2016. Top ten per Lisa Schanung, 6^ in 01:03:55, e Federica Parodi, 9^ in 01:04:33, e per Luca Facchinetti e Delian Stateff al suo rientro alle gare internazionali, rispettivamente 7° in 00:55:47 e 9° in 00:55:57. Eccellente performance per la Olmo, baciata dal sole estone di Taru: dopo un buon nuoto, cerca subito le prime posizioni collaborando poi con le altre in bici. In 5 davanti dopo la T2 e con circa 1 minuto su tutte le altre, il podio si è deciso a 400 metri dall'arrivo con una volata di Angelica Olmo (01:01:48), che ha retto al tentativo di recupero della statunitense Chelsea Sodaro (01:01:54), superata poi dall'inglese Chloe Cook (01:01:53), quest'ultima giunta seconda alle spalle della nostra Azzurra al secondo Oro in ETU Cup dopo quello olandese di Weert. Chiude 22^ Francesca Ferlazzo (01:07:44).

    Olmoest

    Molto combattuta e tirata fino alla fine la gara maschile. Un grosso gruppo è sceso dalla frazione di bici e uscito dalla T2, tre italiani tra i primi dieci - Matthias Steinwandter, Facchinetti e Stateff: negli ultimi due chilometri di corsa, l'altoatesino ha attaccato ed è riuscito a conquistare la terza posizione in 00:55:35 alle spalle del vincitore, il tedesco Valentin Wernz (00:55:32), e del secondo al traguardo, il britannico Calum Johnson (00:55:34).  20° Alessio Fioravanti (00:56:56), 28° Giulio Soldati (00:57:22), 32° Nicola Azzano (00:58:03), 50° Michele Bonacina (01:02:33).

    Stein

    RISULTATI

  • Tifo da stadio per Azzurrini da autografi: Missaglia e Zamò oro e bronzo tra due ali di folla in Coppa Europa di Triathlon Junior a Bled
    20 le nazioni rappresentate oggi alla 2017 Bled ETU Triathlon Junior European Cup, compresi visitatori da Stati Uniti, Australia e Nuova Zelanda, ma è il tricolore a brillare: oro a Carlotta Missaglia e bronzo per Federico Zamò. Ad attendere i giovani di Coppa Europa una velocissima gara sulla distanza Super Sprint con 400 metri di nuoto nello splendido lago di Bled, 13 chilometri in bici e 3,33 a piedi su percorsi molto tecnici, con vista sul più antico castello sloveno e sul suggestivo santuario arroccato. Le giovani uscite in testa dall'acqua vengono subito recuperate in bici, ma un paio di cadute sull'insidioso tracciato rimescolano le carte e tutto si gioca nell'ultima frazione. I pronostici segnalavano l'austriaca Pia Totschnig, argento nel 2016, e la nostra Carlotta Missaglia, oro a Melilla. Migliore la frazione bike dell'Azzurrina, ma incalzante il ritmo a piedi dell'austriaca: sarà il tifo dei tanti italiani presenti a fare la differenza regalando una sferzata di energia a Carlotta Missaglia, che taglia per prima il traguardo in 00:40:36. Argento per l'austriaca Pia Totschnig in 00:40:58 e bronzo per la svizzera Nora Gmür (00:41:03) grazie a un'ottima performance in sella. Chiude 4^ Bianca Seregni (00:41:32), 6^ Chiara Cocchi (00:41:47), 7^ Fulvia Cassinari (00:41:54), 10^ Bianca Barbesino (00:42:01), 11^ Alice Comotto (00:42:20), 12^ Chiara Lobba (00:42:23), 13^ Maria Chiara Cortesi (00:42:27), 14^ Viola Pagotto (00:42:33), 17^ Erika Mazzer (00:42:56) e 21^ Asia Mercatelli (00:43:16). 

    BledMissaglia

    Altre cadute sul fronte maschile con l'australiano Callum McClusky che vede infranto questo sogno di gloria, ma forse sarà nuovamente in pista per l'appuntamento europeo di Holten. Favorito della gara era il beniamino locale, Matevž Planko, argento nel 2016 e bronzo ai Campionati ETU Duathlon di Soria. Uscito tra i primi dall'acqua, conduce la frazione in bici e il tifo locale fa il resto portandolo ad allungare la falcata e a vincere in casa in 00:35:17. Argento per l'austriaco Philip Pertl (00:35:41), 15° a Kitzbühel, ma la grande sorpresa è stata Federico Zamò (00:35:48), che con il miglior split run (00:11:01) si fa strada fino al terzo gradino del podio. 

    ZamòBled

    5° Alessio Crociani (00:35:55), 7° Nicolò Strada (00:36:05), 10° Giacomo Merlo (00:36:24), 17° Andrea Mason (00:37:07), 18° Alessandro Carboni (00:37:13), 22° Matteo Nonino (00:37:28), 24° Lorenzo Spagnolo (00:37:56), 25° Riccardo Brighi (00:38:17), 31° Federico Pagotto (00:39:08), 35° Francesco Gala (00:39:45), 37° Marco Tonti (00:40:25). Qui tutti i RISULTATI.

    AzzurriniBled