• Il paradiso si chiama Triathlon Elba Iron Tour 2017: 5 triathlon, in 5 giorni, per 5 località dell'Isola d'Elba. La 9^ edizione dell'Iron Tour Italy, unica manifestazione di triathlon a tappe in Italia e una delle rare al mondo, dal 27 al 31 maggio ha mandato in scena lungo percorsi mozzafiato rispettivamente l'Olimpico di Cavo-Rio Marina, lo Sprint di Marciano, quello di Portoferraio e l'ultimo, a Naregno (Capoliveri), sempre in provincia di Livorno.
    250 i partenti, tra cui molti stranieri, per la prima tappa, un Olimpico nella splendida cornice di Rio Marina (località Cavo). Subito al via, quattro atleti mettono le distanza sul gruppo: sono Alessandro Terranova, Fabrizio Riva, Andrea Rainolter ed Hendrik Grosser. Nella frazione bike, però, mantengono solo Riva e Terranova, imponendo il ritmo a chi li insegue. Al quarto chilometro Terranova allunga sui diretti avversari fino al traguardo (2h20'51''), mentre un crampo condiziona la gara di Riva. L'argento va ad Hendrik Grosser (2h22'17'') e il bronzo a Matthias Raphael Kindel (2h24'36''). La gara femminile vede Sarah Hodgson subito in testa con una frazione swim da record, ma poi c'è Eleonora Peroncini a dettare il solito ritmo e a chiudere davanti a tutte in 2h36’48’’. Seconda Chiara Ingletto (2h42'31''), terza piazza per la giovane Sarah Hodgson (2h45'12''); qui tutti i RISULTATI.
    Bissa il successo di Cavo e vince anche la seconda tappa: Alessandro Terranova si laurea campione anche nello Sprint a Marciano, fermando il cronometro sul tempo di 1h08’59’’. Secondo posto per Matthias Raphael Kindel (1h09'43'') e terzo per Cristiano Iuliano (01h09'56''). Per le quote rosa imbattibile Eleonora Petroncini in 1h17’26’’, nuovamente davanti ad un’ottima Chiara Ingletto (1h19'06'') e a Sarah Hodgson (1h19'51''); qui tutti i RISULTATI.
    Inossidabile anche allo sprint di Lacona: Alessandro Terranova nuovamente sul podio, dominatore anche della terza tappa, con un tempo di 1h01'55''. Argento per Cristiano Iuliano (1h02'13''), terzo gradino del podio per il tedesco Norman Fenske (1h02'45''). Riconferma la supremazia femminile Eleonora Peroncini (1h08'51''), seguita dalla britannica Sarah Hodgson (1h09'15'') e da Chiara Ingletto (1h10'22''); qui tutti i RISULTATI.
    Allo Sprint di Portoferraio, invece, quarta tappa del circuito, l'oro maschile va al tedesco Norman Fenske (59'16''), seguito da Cristiano Iuliano (59'34'') e da Marco Tosi (1h00'58''). Podio femminile per l'imbattibile Eleonora Peroncini (1h06'58''), seguita dalla tenace Sarah Hodgson (1h09'43'') e da Annalisa Bertelle (1h10'50''); qui tutti i RISULTATI.
    Podio rosa in fotocopia per la quinta e ultima tappa, quella dello Sprint di Naregno (Capoliveri): oro per Eleonora Peroncini (1h21'08''), argento per Sarah Hodgson (1h25'03'') e terza piazza per Annalisa Bertelle (1h25'51''). Ancora una vittoria per il tedesco Norman Fenske (1h11'20''), seguito da Matthias Raphael Kindel (1h12'40'') e da Marco Tosi (1h13'35''); qui tutti i RISULTATI.
    E qui le CLASSIFICHE Individuali per Categoria del Circuito completo.

  • Un circuito tecnico e davvero spettacolare, in una location come Toscolano Maderno (Bs), ha fatto da cornice allo Short Track Xterra Italy 2021. Al mattino le qualificazioni per definire le griglie di partenza delle finali pomeridiane. In campo maschile vittoria per il francese Arthur Forissier davanti al connazionale Arthur Serrieres e Lukas Kocar (Cze); al femminile successo della svizzera Loanne Duvoisin sulle azzurre Sandra Mairhofer e Eleonora Peroncini.

  • I campioni italiani di Lignano e Lerici hanno facce diverse ma il comune denominatore è la giovane età degli atleti nelle TopTen e la mancata presenza al via di alcuni dei nostri migliori azzurri... Senza nulla togliere a chi con merito ha conquistato la maglia tricolore

  • Ugazio e Peroncini sono i nuovi Campioni Italiani di Triathlon Cross, d'argento Spinazzè e Morvillo, di bronzo Casadei e Tavecchio.
    Sul lago di S. Croce in Alpago, in provincia di Belluno, quasi 200 al via. Una frazione superlativa in mountain bike consegna ai due favoriti, Marcello Ugazio ed Eleonora Peroncini, la vittoria nel Campionato Italiano Assoluto di Triathlon Cross Country. Come da pronostico, Ugazio (già vincitore nel 2016 proprio in Alpago) e Peroncini sono usciti attardati dal nuoto, ma sulle ruote grasse hanno recuperato e superato gli avversari, guadagnando diversi minuti poi risultati determinanti per il successo finale. Sul secondo gradino del podio, i sorprendenti Federico Spinazzè, junior pluricampione italiano alla prima esperienza nel cross, e Bianca Morvillo. Di bronzo, gli intramontabili Alberto Casadei, grande affezionato dell’Alpago, e la regina della specialità, oggi all’ultima gara della carriera, Sara Tavecchio.
    La cronaca della gara maschile vede uscire dalle acque del lago, dopo 1000 metri a nuoto, Leonardo Ballerini, seguito a ruota dagli junior Federico Pagotto e Federico Spinazzè, da Alberto Casadei e da Francesco Floriano Nicolardi. Il campione in carica, Ugazio, esce attardato di una cinquantina di secondi. Si parte poi con la frazione di mountain bike: due giri per un totale di 21,3 chilometri. Alla fine del primo, Ugazio ha già recuperato tutto lo svantaggio e inizia a staccare gli avversari grazie a un’azione prepotente. Dietro Casadei e Spinazzè (Pagotto è out per una caduta) fanno gara a due, dandosi cambi e cercando di non perdere troppo terreno dal battistrada. All’arrivo in zona cambio, Ugazio è ormai lanciato verso la vittoria: alla fine del primo giro della frazione a piedi il vantaggio sul secondo, Spinazzè, è di 3’30’’ (poco dietro Casadei e Filippo Galli lottano per il terzo posto). I 6,3 chilometri di corsa sono una cavalcata solitaria per Ugazio, che dopo 1h27’47’’ alza nuovamente le braccia al cielo sotto il traguardo lungolago. Dietro di lui, si può fregiare del titolo di vicecampione assoluto di triathlon cross il 19enne neodiplomato Federico Spinazzè (1h31'46''). Per lui l’ennesimo podio tricolore di una stagione, quella 2017, che gli ha già regalato tre allori. A conquistare il bronzo, dopo una volata fino all’ultimo metro con Galli, l’azzurro Alberto Casadei (1h32'25'').

    UominiCross

    Al femminile gara “fotocopia” della 32enne Peroncini che, uscita dal nuoto con quasi 3’ di ritardo dalla prima, Carlotta Missaglia, inizia una rimonta devastante in mtb che la porta ad accumulare un vantaggio di diversi minuti. Dopo la terza e ultima frazione a piedi, taglia il traguardo con il crono di 1h43’52’’, davanti a Bianca Morvillo (1h50’21’’) e all’immensa Sara Tavecchio (1h51’55’’).
    Soddisfatto delle prestazioni Massimo Galletti, tecnico federale e responsabile del progetto cross: “Ugazio e Peroncini hanno confermato il pronostico di favoriti e Spinazzè si è confermato un grande atleta anche nel cross, aprendo ulteriori possibilità alla sua carriera. L’altra sorpresa di giornata è Morvillo, argento femminile. In vista della rassegna continentale di Targu Mures, Ugazio, bronzo lo scorso anno, ha dimostrato la sua buona condizione di forma, come Peroncini, che in Romania sarà alla sua prima rassegna con la maglia azzurra, ma che deve migliorare il nuoto per poter fare risultati importanti anche su palcoscenici internazionali. Ho visto gli altri convocati un po’ appannati, ma quella di oggi era una gara di preparazione in vista degli Europei della prossima settimana, che si è rivelata positiva”.

    DonneCross

    Domani, domenica 23 luglio, si torna sul lago, ma questa volta su strada, con la Triathlon Sprint Silca Cup, gara rank sulle distanze di 750 metri a nuoto, 19,3 km in bici e 5 km di corsa a piedi, che vedrà in gara forti triathleti in arrivo da tutt’Italia. 

    RISULTATI

    Vincitori di categoria. Maschili. S1. Emanuele Aru 1h34’50’’. S2. Riccardo Ridolfi 1h34’12’’. S3. Stefano Davite 1h35’46’’. S4. Luca Barardini 1h37’40’’. M1. Fabio Guidelli 1h38’03’’. M2. Giuliano Giacomelli 1h45’12’’. M3. Massimiliano Donati 1h40’15’’. M4. Massimo Nannini 1h47’25’’. M5. Tino Bettoni 1h56’54’’. M6. Giancarlo Pittoni 2h14’30’’.
    Femminili. S2. Francesca Ravazzolo 2h4’18’’. S3. Camilla Magliano 1h58’34’’. S4. Genziana Cenni 1h58’08’’. M1. Laura Silei 2h13’08’’. M2. Ilaria Sambo 2h19’50’’. M3. Giacinta Savorani 2h27’30’’. M5. Luisella Iabichella 2h42’35’’.

    Photo Credit: Massimiliano Pizzolato