Training
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il 70.3 è alla spalle: ora è tempo di tornare ad allenarsi in modo più specifico in vista dell’appuntamento con l’Ironman Italy di settembre. Consigli e tabelle di Andrea Gabba

Dopo aver gareggiato nel mese di maggio sull’half distance è arrivato il momento di iniziare ad allenarsi in modo più specifico per l’Ironman. Andrea Gabba scrive sul nuovo Triathlete in edicola che le prime settimane di allenamento post 70.3 hanno l’obiettivo di richiamare le qualità di base tipiche del periodo di costruzione generale allenate in inverno, mentre le successive ci introducono ai lavori specifici per l’Ironman, che avranno il loro culmine nel periodo di picco, che analizzeremo sul numero di luglio.

Le prime due settimane

Gli obiettivi delle prime due settimane dedicate al richiamo delle qualità legate al periodo generale sono:

  • Richiamare le capacità di endurance di base poco curate nel periodo di avvicinamento al 70.3.
  • Incrementare le qualità di forza attraverso esercitazioni specifiche e non specifiche svolte marginalmente nelle ultime settimane di allenamento pre 70.3.
  • Riproporre esercitazioni di tecnica e di ottimizzazione del gesto.
  • Svolgere sedute di forza non specifiche (palestra).

Sul numero di giugno Gabba approfondisce gli obiettivi legati alle singole discipline e aggiunge un esempio di tabella settimanale di richiamo della qualità tipiche del periodo di costruzione generale.

La prima fase del periodo speciale

Terminate le due settimane di richiamo delle capacità sviluppate nel periodo di preparazione generale si passa alla prima fase del periodo speciale. Gli allenamenti e gli obiettivi in questo caso saranno il cuore della preparazione per Cervia.  
Nelle prime settimane di allenamenti specifici per l’Ironman (periodo speciale) gli obiettivi saranno:

  • Sviluppare le andature prossime al ritmo gara attraverso allenamenti lunghi qualitativi svolti sia nelle singole discipline sia in forma combinata su percorsi analoghi a quelli della competizione.
  • Incrementare ulteriormente l’endurance di base attraverso un aumento del volume settimanale di allenamento. Uscite più lunghe e/o più sedute di allenamento nelle singole discipline.
  • Mantenere inalterato il livello di forza raggiunto.

Per gli obiettivi legati alle singole discipline vi rimandiamo al nuovo Triathlete in edicola, dove Gabba propone anche una tabella settimanale di allenamento della prima fase del periodo speciale.

Foto: Getty Images for IRONMAN.

Nota: Questo testo rappresenta una sintesi del servizio “Road to Cervia”, di Andrea Gabba, pubblicato su Triathlete n. 271, giugno 2021 (in edicola a inizio giugno), alle pagine 44-47.

Scopri di più sul numero di giugno 2021: in edicola e disponibile anche attraverso abbonamento cartaceo e digitale.