Grid List

Come una serie di foto che rappresentano un andamento per poter valutare il programma: nella realizzazione di un progetto di sviluppo e di crescita di un triatleta durante una stagione o durante il corso di una carriera, è importante fissare dei test periodici per fare alcune valutazioni e riflessioni sull’andamento della preparazione e il raggiungimento di un determinato livello di performance. Lo consiglia in nostro Andrea Gabba

Triathlon, chi "si tuffa" in questa nuova avventura, inutile negarlo, punta anche alla... "tartaruga". Già, ma quanto servono gli addominali? La parola al nostro Matteo Merati

La preparazione invernale passa anche dalla palestra: un buon livello di forza garantisce una capacità maggiore del carico di lavoro; inoltre, funge da buona prevenzione per gli infortuni. Ovviamente, bisogna progredire con i carichi di lavoro con estrema cautela e progressione per evitare sovraccarichi funzionali

Avete fatto riposare il vostro scheletro e i vostri muscoli? Dopo un bel periodo di pausa nel mese di novembre, a dicembre dovreste aver ripreso qualche allenamento libero, senza obiettivi specifici se non quello di riattivarvi divertendovi

Quanto manca a Natale lo scandisce ogni giorno il calendario dell'avvento. Ma presto sarà anche tempo di riprendere la preparazione per la nuova race season e di cerchiare tutte le date importanti sull'agenda 2020. Quali i consigli del nostro tecnico Andrea Gabba per la migliore pianificazione del nuovo anno? 

Il mese estivo nel quale ci troviamo permette un’ottima programmazione di allenamento e gare: giornate più lunghe, a volte con più tempo libero se si è già in vacanza

Siamo in un periodo cruciale per la costruzione muscolare, il potenziamento organico e la pianificazione annuale; adeguando i volumi di allenamento al proprio fisico tenendo conto dei limiti tecnici e fisici, possiamo migliorare i nostri risultati dalla stagione passata alla prossima in arrivo

Uno dei problemi che deve affrontare l’allenatore nella gestione degli atleti consiste nell’interpretare come questi rispondono agli allenamenti proposti, ovvero nel quantificare il training load. La parola allo specialista

Non c’è, a parere di Giorgio Rondelli, un allenamento più moderno del fartlek per le sue caratteristiche intrinseche

Nel triathlon moderno, così come nell’allenamento sportivo in generale, si parla molto di defaticamento e recupero attivo. In merito a questo argomento ci sono molti punti di vista che, inevitabilmente, accendono dibattiti e stimolano ricerche di carattere metodologico-scientifico

Si riparte per la preparazione della nuova stagione agonistica e, motivazioni e programmazioni delle gare a parte, ci concentriamo su fattori che condizionano la prestazione: il riscaldamento, la tecnica di corsa e lo sviluppo dei dati scientifici

Un laboratorio di nome triathlon, fucina di buone prestazioni: questo è la nostra rivista nella parte riguardante gli allenamenti, con gli utili consigli dei nostri tecnici

Siamo in piena estate, con gare alle spalle e altre ancora da affrontare. Come fare, dunque, a mantenere lo stato di forma?

Simone Diamantini consiglia di fare uno screening dei propri pregi e dei propri punti da migliorare in fase di allenamento; con Giorgio Rondelli analizziamo il recupero, che può essere sia attivo sia passivo per superare la fatica accumulata, ripristinare le capacità prestative, realizzare adattamenti muscolari che migliorano la performance

Fast race significa gara veloce, sogno al quale ambiscono tutti gli atleti. Vediamo come realizzarlo