Consigli
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

#Iorestoacasa, continua l'iniziativa di Riccardo Giubilei che, attraverso la condivisione di utili tabelle e ottimi consigli di grandi professionisti, permetterà agli Age Group di mantenersi in forma anche restando a casa

Seguiteci per tutti i contributi tecnici, uno al giorno sul nostro sito e sulla nostra pagina Facebook, come da calendario allegato.

Proseguiamo con quello di Alessio Piccioni: tecnica e coordinazione.

CORSA: Tecnica e Coordinazione

Uno degli aspetti spesso trascurati dal triatleta è sia la tecnica in tutti i suoi aspetti che la coordinazione motoria nel gesto tecnico della corsa.

La tecnica di corsa è un’area molto vasta e comprende numerose capacità condizionali, oggi ci limiteremo ad analizzare la reattività dei piedi, capacità fondamentale per un’ottimizzazione del gesto tecnico.
La rapidità o reattività del piede nella corsa è un aspetto correlato alla frequenza di passo, se abbiamo una buona rapidità di reazione podalica possiamo migliorare la frequenza di passo. Meno tempo percorre tra la fase di appoggio del piede a terra e la fase di spinta tanto più avremo una frequenza di falcata elevata, con conseguente miglioramento dell’efficienza del gesto tecnico che ci permetterà sia di ottimizzare la performance che ridurre il rischio di infortuni.

Con il termine Coordinazione Motoria intendiamo la capacità di svolgere un qualsiasi movimento, semplice o complesso, il più simile possibile all’immagine motoria elaborata a livello cerebrale. Tale capacità permette la perfetta cooperazione dei vari gruppi muscolari al fine di ottenere una sequenza fluida del movimento, nonché la precisione dei movimenti evitando qualsiasi sforzo muscolare inutile.
Le capacità Coordinative possono dividersi in :

  • Capacità di Apprendimento Motorio: Acquisite un nuovo movimento;
  • Capacità di Controllo Motorio: saper controllare il movimento secondo lo scopo specifico;
  • Capacità di adattamento e trasformazione dei movimenti: Saper cambiare, trasformare ed adattare il gesto motorio alla modificazione improvvisa delle situazioni o condizioni esterne.

Tutte e tre le capacità risultano essere fondamentali nella perfetta riuscita del gesto tecnico.

ESERCIZI REATTIVITA’ DEI PIEDI:

  • Oscillazione sul posto
  • Flesso estensione delle caviglie
  • Spinte in alto gambe tese
  • Mountain Climber in appoggio
  • Skip basso

ESERCIZI COORDINAZIONE:

  • Affondo posteriore e spinta in avanti
  • Pendolo
  • Jumping jack variato
  • Doppio Impulso

Buon allenamento e a presto con il prossimo contributo, come da programma previsto qui di seguito.

7

Foto: ITU.