fbpx

Consigli
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Tè verde: 3 tazze al dì e il proprio metabolismo accelera del 4%, bruciando 60 calorie al giorno in più, con perdita di 3 kg in un anno. Ciò grazie alla catechina, una sostanza in grado di accelerare il metabolismo.

Allenamento coi pesi: aumentando la massa muscolare bruceremo più grassi, perché un etto di massa magra brucia fino a nove volte più calorie rispetto a un etto di massa grassa. Allenando la forza acceleriamo il metabolismo, ovvero la capacità del corpo di bruciare calorie sia in movimento sia a riposo.

 

Il ferro: se non assumiamo abbastanza ferro, le cellule non otterranno l’ossigeno di cui hanno bisogno e questo rallenterà il metabolismo; dunque, mangiamo almeno tre porzioni al giorno di cibi ricchi di ferro, come carne rossa, pollo, cereali fortificati, semi di soia, lenticchie, fegato.

Mangiare prodotti caseari: secondo uno studio, le donne che consumano 3 o 4 porzioni al dì di derivati del latte a basso contenuto di grassi (yogurt, ricotta), dunque ca. 1.200 mg di calcio, perdono il 70% di grassi in più rispetto a chi non ne consuma. Il calcio, infatti, funziona come un interruttore che dice al corpo di bruciare grassi più velocemente.

Mangiare pesce: permette di tenere bassi i livelli di leptina, un ormone correlato al basso metabolismo e all’obesità. Consumare 3-4 porzioni di pesce grasso a settimana, come salmone, tonno o sgombro.

Controllare la tiroide: sospettate che il vostro metabolismo sia inspiegabilmente lento? Probabilmente soffrite di ipotiroidismo. La tiroide controlla il metabolismo, e uno dei primi segnali del suo cattivo funzionamento è dato dall’incapacità di perdere peso.

Interval training: consente di bruciare più grassi rispetto a un semplice allenamento aerobico; alternate piccoli scatti di 30” ogni 5’, oppure se usate il tappeto aumentate la pendenza per 1’.

Occhio alle proteine: senza esagerare, ma assicuratevi che ogni pasto contenga proteine, ciò aumenterà il vostro metabolismo. Questo perché l’apparato digerente usa molta più energia per disgregare il cibo proteico e dunque ha un maggior consumo di calorie. La dieta ideale dovrebbe un terzo da proteine. Una quantità superiore potrebbe creare problemi ai reni se consumata per un lungo periodo.

Non saltare la colazione: il metabolismo rallenta durante il sonno e innesca il processo digestivo al risveglio riportandolo ai livelli normali. Una colazione di 300-400 calorie farà ottenere i migliori risultati.

Mangiare banane: la presenza di potassio dà una scossa al metabolismo e regola l’idratazione delle cellule. Quando si è disidratati si bruciano meno calorie. 2.000 mg al dì (una banana ne contiene 450 mg, una tazza di latte 370 mg e un’arancia 250 mg).